Top

COME CONSERVARE LA FRUTTA AL MEGLIO IN CUCINA

Lo so! Ognuno ha le sue abitudini su come conservare frutta e verdura in cucina ma ci sono delle regole essenziali da seguire per evitare di correre ogni giorno al supermercato o fruttivendolo per frutta fresca.

Partiamo dall’essenziale: appena tornate con la vostra spesa a casa è importante che liberate la frutta da qualsiasi busta, involucro o elastico e la lasciate libera—fatela respirare!

È importante sapere che ogni frutto rilascia un gas naturale quando maturano che velocizza il processo d’invecchiamento del frutto e di tutti gli altri prodotti freschi che ci si trovano in contatto. Le banane sono il frutto che matura (e fa maturare) più velocemente, quindi tenetele lontano dal resto della frutta e verdura.

  • MELE

Da conservare in frigo, preferibilmente in un contenitore di vetro o cartone (potete anche usare una busta marrone di carta come quelle che usano normalmente il fruttivendolo).

  • BANANE

Per prolungarne la conservazione separate ogni banana dal fusto e tenetele lontane dagli altri prodotti freschi. Appena iniziate a vedere qualche macchiolina marrone spostatele nel frigo.

  • AGRUMI

Conservateli fuori dal frigo per tenerli succosi e posizionate o in un sacchetto di tessuto o in una ciotola.

  • FRUTTI ROSSI

Sono delicati e dovrebbero essere tenuti in frigo in un contenitore di vetro. Lavateli solo quando siete pronti a mangiarli.

  • ANANAS

Lasciatelo fuori dal frigo a maturare per un po’ di giorni, poi tagliate in fette e conservatelo in un contenitore di vetro in frigo.

  • MELONI

Come con l’Ananas, lasciateli maturare fuori dal frigo se non sono ancora pronti e poi tagliate a fette e conservatele in un contenitore di vetro in frigo.

  • UVA

Conservatela in frigo e sciacquate solo prima di mangiarla.

  • PESCHE, ALBICOCCHE, PERE

Se ancora troppo dure lasciate fuori dal frigo a maturare per un po’ di giorni e poi trasferitele in frigo per conservarle più a lungo.

Please follow and like us:
error