Top

Stretching: ecco perché non puoi farne a meno

La prima cosa che fai al mattino? Stiracchiarti: allungare braccia, schiena e gambe per riattivare il corpo. Forse non lo sai, ma istintivamente stai facendo stretching!

Questa disciplina, proveniente dall’America, prevede l’allungamento volontario dei muscoli per aumentarne la flessibilità e migliorare i movimenti. In inglese, infatti, “to stretch” vuol dire proprio allungare.

Fatto regolarmente prima e dopo l’allenamento, anche per pochi minuti, aiuta a prevenire e persino curare le infiammazioni nel corpo.

Ecco 5 buoni motivi per iniziare a praticarlo. A partire da oggi.

1 Migliora la circolazione

Aumenta il flusso sanguigno ai muscoli favorendo anche la pulizia del tessuto muscolare. Se hai avuto problemi muscolari o articolari di recente, il miglioramento della circolazione potrebbe accelerare il tuo recupero.

2 Maggiore flessibilità

Quando i movimenti sono poco fluidi aumenta il rischio di strappi muscolari, lesioni dei legamenti e altri problemi ai tessuti molli. Grazie allo stretching migliora la flessibilità, importante non solo per chi pratica sport regolarmente ma anche per eseguire azioni semplici quotidiane come sollevare un pacco.

3 Bye bye mal di schiena

Fare stretching regolarmente può aiutarti a riattivare i muscoli dorsali e ad assumere una postura corretta. Di conseguenza, con costanza, sul medio e lungo termine potrai tenere lontano il mal di schiena.

4 Migliora l’equilibrio e la coordinazione

La maggiore flessibilità che si ottiene con lo stretching, migliora l’equilibrio e la coordinazione riducendo il rischio di cadute. E questo è particolarmente importante nelle persone anziane.

5 Addio stress

Molto spesso lo stress si manifesta con la tensione dei muscoli. Grazie allo stretching e al rilassamento che consegue questa pratica, potrai dire basta a muscoli stretti e tesi… e quindi alle conseguenze dello stress.

Please follow and like us:
error