Top

A Roma la prima tappa della Jill Cooper Freedom

Uomini, donne e bambini accorsi da ogni parte della Capitale per ritrovare il benessere e divertirsi insieme. Eravamo tantissimi. Vi racconto com’è andata.

Il corpo è la macchina dell’anima”. È una frase che ripeto spesso, per comunicare a tutti l’importanza di prendersi cura di se stessi. Curare solo i nostri muscoli non basta. Perché il corpo è importante sì, ma funziona solo se anche l’anima è in equilibrio.

Per questo, ormai da anni, mi prendo cura di corpo e mente, con quello che ho definito “Spiritual Fitness”, il mio nuovo approccio al benessere.

Su questi presupposti è nata l’idea della Jill Cooper Freedom, una experience pensata per tutti, grandi e piccini, sportivi e non.

Appuntamento alle ore 10 al Club Ondina Generali sul Lungotevere. Ma già prima dell’ora stabilita sono iniziate ad arrivare tantissime persone che fremevano dalla voglia di iniziare. Alcune di loro le conoscevo già perché seguono da anni le mie lezioni, tante altre invece le incontrate sabato per la prima volta.

Vedere una così larga partecipazione quasi mi ha emozionata: più di 100 tra uomini, donne e bambini. In un fresco sabato mattino d’autunno, guidati dalla mia voce in cuffia, è iniziata una passeggiata per le vie della Capitale a ritmo di musica.

Abbiamo attraversato le vie più suggestive del centro, nelle isole pedonali, riempiendoci gli occhi di bellezza e i polmoni di ossigeno.

Poco dopo le 12, l’”esercito del benessere” capitanato da me, è rientrato al Circolo Ondina per la seconda parte della mattinata: il SuperJump Party, un allenamento con il trampolino elastico, il metodo che ho inventato 10 anni fa e che non smette di divertire adulti e bambini.

La medaglia d’oro di trampolino elastico l’ho idealmente assegnata a Livia, una bimba che proprio sabato compiva 7 anni e che non si è fermata un attimo, ha continuato a saltare in modo inarrestabile sempre con il sorriso stampato sulle labbra.

È stato finalmente un momento che mi ha permesso di unire tutto il mio metodo: movimento, riflessione, autostima.

Tirando le somme, per me è stata una giornata bellissima in cui spero di aver trasmesso a tutti i partecipanti che ciascuno di noi è speciale. Siamo tutti perfettamente imperfetti e ci meritiamo il meglio. Perciò non aver paura di ottenerlo.

Dopo questa prima, entusiasmante tappa romana, la Jill Cooper Freedom fa rotta verso Milano. Stay Tuned!

Please follow and like us: