Top

Ridere (anche durante le avversità)

Quando qualcuno cade o inciampa per strada qual è il primo istinto che ti prende? Per molti la risposta è semplice: ridere a crepapelle. Questo perché la risata è uno dei migliori sfoghi in un momento di stress o imbarazzo. La risata è liberatoria, ma oltre a questo è anche considerato un potente mezzo per farci star bene con noi stesse e con il nostro corpo.

È provato che lo stress faccia male, malissimo. Quando stai per arrabbiarti prova a ridere, sentirai subito la tensione dissolversi nel corpo. Cerca un appiglio simpatico anche nelle situazioni peggiori così da aiutarti a superare un problema invece di soccombere allo stress e all’ansia. Guardare un problema da un altro punto di vista può farlo sembrare più realistico e meno drammatico. Abbiamo tutti diversi problemi ma sta a te affrontarli da vittima o da vincitrice, vedrai che usando questa tecnica riuscirai a superarli più facilmente.

Forse stai pensando: «Come faccio a sorridere quando qualcuno mi fa un torto? Oppure quando la vita è ostile?». Ammetto che non è sempre facile, ma è molto utile imparare a ridicolizzare un qualsiasi elemento della situazione che veniamo chiamati ad affrontare.

Ricorda sempre la prima regola: conosci te stessa. La maggior parte degli atteggiamenti scontrosi nascono da una bassa autostima di se stessi. Se un perfetto sconosciuto fa un commento su di te, che senso ha arrabbiarsi? Può darsi che abbia un suo problema che in verità non c’entra niente con te. Forse il suo cane è scappato con la barboncina del vicino, o peggio, può darsi che sia stato appena licenziato, che la fidanzata lo abbia piantato, o più semplicemente… non è ancora andato di corpo!

Ammetto che non sia sempre facile, ma ridicolizzare un elemento della situazione in cui ti trovi coinvolta può aiutarti a vivere meglio. Per esempio: stai tranquillamente camminando per strada oppure stai guidando e qualcuno ti manda a quel paese senza nessun motivo apparente. Allora digli, magari con un sorriso: «Buongiorno a te!». Rispondere con dolcezza
spiazza la persona aggressiva al punto da metterla in ridicolo.

Noterai, se ci sono testimoni, che anche le altre persone apprezzeranno la tua tecnica. Non prendere sempre per personale tutto quello che ti viene detto o fatto, vedrai che aiuta a tenerti staccata dal mondo che ti circonda e ti permette di vivere tutto con più chiarezza e di conseguenza con meno stress.

Molti medici fanno notare che non sono i problemi veri e propri a causare il nostro stress quanto piuttosto la nostra percezione di essi, il modo in cui li viviamo. Sappiate poi che lo stress è il principale responsabile delle nostre abbuffate nervose di mezzanotte e dell’accumulo di grasso intorno alla cintura a causa del rilascio del cortisolo, il cosiddetto “ormone dello stress”. Ridere alleggerisce sempre la situazione e permette di rallentare i morsi del panico.

E alla fine si può notare che la stragrande maggioranza dei nostri problemi sono semplici beghe da sbrigliare senza la necessità di sprecare tanta energia. Ecco qualche metodo per ridere anche delle avversità:

  • Prova a ironizzare una situazione invece di lamentarti, aiuta a migliorare il tuo umore e quello di chi ti è intorno.
  • Una risata profonda e catartica può scaricare la tua tensione più velocemente di qualunque altra cosa. Trova un film, un comico o un amico che ti aiuti a ridere e pure tanto.
  • Usa il riso come un metodo per ridurre le tensioni anche dopo una lunga giornata di lavoro.
  • Non fissarti sempre sui problemi. Ogni tanto ignora i problemi e divertiti con qualcuno.
  • Immagina le persone che ti frustrano in situazioni comiche. Anche loro sono umani – lo so che a volte non sembra – potresti immaginarli come alieni: brutti, verdi e con la bava alla bocca!

In passato medici e psicologi sapevano che ridere è un’ottima cura per aiutare i pazienti a guarire più in fretta, oggi sono tante le ricerche scientifiche che confermano i benefici terapeutici di una risata. Di certo ti aiuta a diventare ottimista, migliora il tuo aspetto fisico e tanti altri aspetti della tua vita. Personalmente è sufficiente che mi guardi allo specchio appena sveglia per farmi una bella risata: i miei capelli possono essere davvero ridicoli la mattina, per non parlare del resto. Se invece di sorridere ti viene da piangere probabilmente hai bisogno di cambiare il tuo punto di vista o qualcosa nella tua vita. Riflettici…

Considerando quanto è già difficile la vita, ricorda sempre che renderla più leggera ti farà sentire bene sia dentro che fuori. Imparare a ridere con se stessi è una grande fortuna, perché aiuta ad attenuare i punti deboli e a rinforzare quelli forti.

Non ti preoccupare se non ti senti proprio propensa alla risata, devi solo fare un po’ d’esercizio. La facoltà di ridere è innata in te. Fa parte della vita. Pensa che la zona del cervello che connette e facilita la risata è una delle prime parti del sistema nervoso che comincia a funzionare dopo la nascita.

I neonati sorridono anche durante le prime settimane di vita e ridono, con tanto di vocalizzazione, dopo solo pochi mesi. Anche se non sei cresciuta nella famiglia più divertente del mondo puoi imparare a ridere a qualunque età. Ad esempio prova a immaginarti come Magda, la disperata moglie di Verdone in Un sacco bello

Prova a iniziare pensando a precisi momenti, durante la settimana, ideali per farti una bella risata, esattamente come se dovessi programmare un allenamento. Dopo un po’ scoprirai che ridere è una parte integrale della tua vita, e anche la tua forma fisica migliorerà. Fidati! Nel peggiore dei casi, se non raggiungerai il tuo corpo mozzafiato, sarai almeno più simpatica e in ogni caso saprai ridere del tuo fallimento.

Non ti resta che iniziare seguendo qualche piccolo consiglio.

  1. Sorridere spesso.  Fai una passeggiata per strada e sorridi a tutti quelli che incontri, vedrai che un sorriso è contagioso e la risata è sempre vicino. Un bel sorriso illumina il viso, nasconde le rughe del tempo confondendole con le rughe d’espressione, e ti rende più affascinante.
  2. L’elenco delle belle cose. Ogni mattina, quando sei in macchina, in motorino o mentre fai colazione, fai una lista di tutte le cose belle della tua vita. Scegli tu il posto preferito, anche il più strampalato, anche fosse la tazza del bagno (e se nemmeno questo pensiero ti fa sorridere chiudi subito questo libro, perché vuol dire che sei dura come una roccia! E non mi riferisco ai tuoi muscoli!). Soprattutto non cominciare con i commenti pessimistici tipo: «Non c’è niente di bello nella mia vita». Sono sicura al cento per cento che puoi trovare qualcosa, anche fosse solo guardare in TV il Dr. House, tanto per citare un ottimista nato.
  3. La risata calamita. Trasforma te stessa in una “risata calamita”, lasciati attrarre dai giochi, quando senti qualcuno ridere avvicinati e chiedi le ragioni di tanto buonumore. Condividi con gli altri scherzi e storie buffe. Non te ne pentirai.
  4. Nuovi amici. Prova a circondarti di persone che ridono spesso. Scoprirai che è una gioia condividere l’amicizia di persone che hanno una visione più leggera della vita, ti aiuterà a vedere la tua con più semplicità e serenità.

Morale: se la vita è una palla non diventarlo pure tu, ma vivi da giocoliere…

No Comments

Post a Comment