Medusa

Stavo in Grecia ed è impossibile non riflettere sulla mitologia Greca mentre stai li: la forza della storia è palpabile. Mi sono rispecchiata dopo una nuotata al mare e mentre i miei capelli sono mossi mi sono riflettuta sulla Medusa
Una donna senz’altro legata al mito della sua chioma, che secondo me, nonostante quanto sia terrificante era lei anche davvero triste.. In Grecia ho letto di sfuggita una frase che non riesco ri-trovare, ma il dolore dell’ultima frase della Medusa verso il suo omicida, era come “Eh allora dopo tutto ora torni ad infliggere l’ultima colpa” che secondo me era al cuore anziché alla testa…

Cercando la sua storia ho scoperto che era talmente bella, e specialmente grazie ai suoi capelli è stata stuprata da Nettuno (Nettuno in Greco è Poseidon) nel tempio di Athena, che arrabbiata ha cambiato i capelli della mortale Medusa (l’unica mortale delle sue 3 sorelle) in serpenti, rendendola velenosa a chiunque che la guardava in faccia.

Quante donne sono state punite per loro bellezze…? Quante donne ingenue sono state uccise per invidia e possesso? Quante donne diventano dure con cuori spezzati cause delle ingiustizie delle vita? Quante vengono considerate Arpie-Belve-Mostri perché non sapevano difendersi dai dolori della vita?

Oggi dici a tutte le donne che incontri – ti voglio bene e tutto va bene non sei sola – anche se non sai il loro lato nascosto – conosco il cuore, e quasi ogni donna ha bisogno di essere compresa e protetta

Con il cuore,
Jill

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

*