Alla scoperta di Fuerteventura

Sono iperattiva, sono sempre stata iperattiva faccia fatica a volte fermarmi sul divano a far nulla… mi sembra sempre che il tempo sul questa pianeta è poco e perciò devo vivere più intensamente che posso..
di certo non conosco la noia..ma osservando Fuerteventura da diverse viaggi mi sono confrontata con la sua immensità di silenzio… è un esercizio di stile complicato molto di più di quello che potresti pensare.. appena fuori un centro abitato trovi gli espansi enormi.. che non sono vuoti ma sono estesi oltre l’orizzonte..

Montagne – ex vulcani – roccia – un quasi assenza totale degli alberi.. roccia sabbia dune – mare e un cielo che sembra proprio che arriva a toccare in cielo.. Fuerteventura o la ami, o ti corteggia o lei ti fa scappare.. perché per stare qui a totale buio su una strada di notte soli con il vento e le stelle e qualcosa che mi ricorda i vecchi film dei western nel Montana e Utah Arizona.. dove si chiamava quei posti “God’s Country”.

Fuerte è così – il paese di Dio dove la Sua maestosità si sente in ogni squarcio di immenso e divina perfezione.. Io da iperattiva sono stata corteggiata per rimanere qui per lasciare che la mia anima rimane in silenzio per ascoltare Dio, e ahimè me stessa (la parte più difficile per tutti noi)…

Ecco perché Fuerte è così forte.. qui non puoi fingere.. devi essere e basta…

Buongiorno a tutti,
Jill

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

*